Spazzole strip a settori intercambiabili

spazzole-strip-settori intercambiabili-01
spazzole-strip-settori intercambiabili-04
spazzole-strip-settori intercambiabili-06
spazzole-strip-settori intercambiabili-01
spazzole-strip-settori intercambiabili-04
spazzole-strip-settori intercambiabili-06

Spazzole strip a settori intercambiabili

spazzole-strip-settori intercambiabili-01

Le spazzole strip a settori intercambiabili sono utilizzate per:

  • carteggiatura pannelli ed infissi in legno e metallo
  • pulizia nastri trasportatori
  • spazzolatura di grandi superfici (come casseforme, ecc) 

Nel loro insieme costituiscono una spazzola a rullo, formata però da numerosi strip lineari con base B variabile. Questi strip possono essere sostituiti senza smontare il corpo spazzola, rendendo più agevole l’intervento di manutenzione. Gli strip sono spesso montati con una leggera elicoidalità α in modo da rendere più graduale la loro azione sul pezzo da lavorare. La configurazione più classica dei rulli strip a settori è quella formata da un nucleo metallico con strip intercambiabili montati su guide saldate. È questa una costruzione particolarmente robusta che consente lavorazioni molto gravose.

Per la carteggiatura industriale del legno, in particolare ante, serramenti e pannelli, è particolarmente efficiente il rullo con tela abrasiva mostrato nella foto (Sandy Brush).

L’elemento che esegue la carteggiatura è tela abrasiva opportunamente sfrangiata, sostenuta nella sua azione da una spazzola in PP o tampico. L’insieme di tela abrasiva e spazzola fornisce la giusta rigidità e adattabilità al pezzo da lavorare. Con il nostro sistema è possibile sostituire in modo indipendente la sola tela abrasiva o le sole spazzole o entrambe, senza smontare il corpo spazzola dalla macchina ed in modo rapido. È inoltre possibile dare una componente elicoidale variabile agli strip. Questo avviene per mezzo di un rotore azionato tramite una semplice chiave. In tal modo l’utilizzatore può impostare su Sandy Brush l’elica più idonea alla lavorazione, sia destra che sinistra. Al di sotto di 500 mm di lunghezza spazzola il rotore non viene montato. Sandy Brush può essere adattata a qualunque diametro dell’albero motore, entro il valore massimo riportato in tabella. Il corpo spazzola è in materiale sintetico montato su tubo in alluminio. Sono possibili le configurazioni secondo Tabella.

Altre misure di diametro esterno ed altre grane abrasive possono essere richieste come produzione speciale. La lunghezza L di spazzolatura può essere scelta a piacere secondo multipli di 10mm.

sandy-brush-simoni

GALLERIA

Sei interessato a ricevere maggiori informazioni e ad essere ricontattato da un nostro operatore specializzato?
Richiedi ora la tua offerta

Risorsa 2

Sei interessato a ricevere maggiori informazioni e ad essere ricontattato da un nostro operatore specializzato?
Richiedi ora la tua offerta

Qual è il vantaggio di usare una spazzola invece di un altro oggetto deformabile?

La caratteristica peculiare della spazzola è che la superficie di lavoro è costituita da milioni di elementi singoli, che sono l’estremità dei singoli filamenti. 

Questo conferisce alla spazzola una adattabilità che nessun altro elemento, per quanto deformabile, può avere.

Quanto deve interferire la spazzola sul pezzo da lavorare?

Dipende da vari fattori. In estrema sintesi si può dire che 2 mm è un buon compromesso. L’importante è che i filamenti della spazzola lavorino “di punta” e non sul fianco.

Un mazzetto di filamento si può staccare dal corpo spazzola?

A seconda dei materiali usati e delle dimensioni, esiste un carico limite a trazione che un singolo mazzetto può sopportare. 

Oltre questo limite il mazzetto si stacca, quindi la spazzola va calcolata a seconda dell’utilizzo. Si può aumentare moltissimo questo limite costruendo spazzole “cucite” o “legate” a mano, dove invece che un elemento di ancoraggio singolo si mette un filo di acciaio continuo.

È più economica una spazzola punzonata o una strip?

Non c’è una risposta univoca. Parlando ad es.di spazzole cilindriche la spazzola strip è in genere più economica quando le dimensioni sono importanti (es.oltre il metro di lunghezza). Per piccole dimensioni le spazzole  punzonate sono sicuramente più adatte e convenienti.

È possibile che un singolo filamento si sfili dal mazzetto contaminando il prodotto?

Può succedere solo se la spazzola ha un difetto di fabbricazione, come d’altra parte ogni altro tipo di oggetto (ad es. un rullo fatto con lamelle di silicone di cui una è difettosa e si spezza).

Quando è importante che non avvenga alcuna contaminazione è opportuno utilizzare fibre sintetiche (non naturali) con diametro maggiore o uguale a 0.15 mm.

Quale morbidezza o durezza di spazzola posso ottenere?

Praticamente si possono avere tutti i gradi di durezza, da morbidissima a durissima. Infatti la durezza è data dalla combinazione tra il diametro del filamento, la sua lunghezza libera e la densità dei mazzetti.

È possibile avere una spazzola certificata “alimentare”?

Certamente, possiamo fornire certificazioni FDA o FOOD GRADE e rintracciabilità del filamento.

È possibile avere una spazzola certificata ATEX?

Purtroppo no, in quanto è l’insieme macchina + spazzola a dover essere certificata ATEX, non la sola spazzola.

E’ comunque possibile fornire i materiali che il certificatore richiede, ad es. basi conduttive, filamenti conduttivi ecc…

È possibile “rigenerare” una spazzola consumata?

In linea generale è possibile, bisogna però valutare se è economicamente conveniente, e non sempre lo è. Inoltre, nel caso di una spazzola punzonata, è sconsigliabile rigenerare la spazzola più di due volte per non ridurre la tenuta dei mazzetti.